Viaggi gay Cuba

I migliori Viaggi gay Cuba, su Travelgay troverai vacanze gay per tutte le esigenze.

Cuba gay: libertà di essere ciò che si vuole

Fino a qualche anno fa Cuba aveva sicuramente una realtà LGBT particolare, dove il governo non aiutava lo sviluppo e l'emancipazione gay locale. Per quanto però si possa dire, il turista a Cuba è sacro pertanto nessuno si permetteva di creare problemi, sia etero, sia gay. Oggi la situazione è radicalmente cambiata tanto che Cuba si promuove come il paese che rispetta i diritti umani al 100%, grazie anche alla presenza di Mariela Castro che ha fatto tantissimo per la comunità e i diritti gay e lesbo dell’isola: oggi a Cuba si può cambiare sesso gratuitamente e anche se i matrimoni sono ancora simbolici..uno è stato legalmente ufficializzato quello tra un transessuale e un uomo. I cubani sono gente meravigliosa, allegra e amanti della filosofia della totale libera espressione contro ogni forma di razzismo e discriminazione: mai nessun cubano si scandalizzerà a vedere due uomini o donne baciarsi. Oltre a locali dedicati alla comunità LGBT ci sono anche spiagge dedicate di cui le più celebri sono Mi Cayito e Boca Ciega a Playa del Este. Oggi Cuba è andata talmente avanti da essere stata nominata il Paradiso caraibico dei gay!

VIAGGI Gay Cuba

Le nostre guide viaggi Gay Cuba

Cuba     Cuba

- Cuba, un mondo a se dove il tempo si è fermato, dove le spiagge sono baciate dal sole, dove la gente è cordiale e sorridente, dove la musica regna sovrana e le magiche atmospere scandiscono un passare del tempo sempre più lento, dove un viaggio vale sempre la pena di essere fatto!Cuba ha sicuramente una realtà particolare, dove il governo non aiuta lo sviluppo e l'emancipazione gay locale.Per quanto però si possa dire, il turista a Cuba è sacro pertanto nessuno si permetterà mai di crearvi problemi, sia etero, sia gay.Bisogna sempre ricordarsi che il decoro e la discrezione a Cuba sono ovviamente indispensabili anche perchè il governo osteggia l'omosessualità, ancora ufficialmente proibita.Ufficiosamente invece la vita gay cubana è vivissima; non troverete locali gay o gay pride organizzati, manonostante tutto la cosa più semplice è incontrare gente: gente bellissima, divertente, solare, amante della vita.Se volete conoscere Cuba e raffrontarvi con ragazzi/ e gay locali, sicuramente soggiornare ad Havana o zone limitrofe è d'obbligo.L'unica spiaggia gay ufficiosa è situata a Playa del Este, non troverete informazioni o guide o cartelli, dovrete solo passeggiare sulla lunga e bianca spiaggia di Playa e vi troverete in una zona frequentata solo da ragazzi "folcroristicamente" gay: ecco è li che potrete senza problemi stendere l'asciugamano.Per le vostre serate, invece sarà necessario recarsi ad Havana, al malecon(la parte iniziale della passeggiata mare), non arrivate presto, sarebbe inutile, l'orario migliore è verso le 11 di sera.Qui la vita si ravviva tutte le sere della settimana, ma le grandi feste le troverete durante i fine settimana.Il malecon viene letteralmente invaso da gay cubani e stranieri che passano la serata a parlare e bere per tutta la notte, un vero e proprio pride a cielo aperto.Sarà qui che potrete anche conoscere ragazzi, locali e raccogliere un invito ad una delle tante serate gay che vengono organizzate di volta in volta sempre in case diverse di privati.Cuba è un mondo a se, fatto di contraddizioni e di tesori, di spiagge, di mare, di palme, di storia, di natura spettacolare, di sigari e di rhum.. ma soprattutto di gente fantastica.