Federico Fashion Style e gli scontrini d'oro



Federico Fashion Style e gli scontrini d'oro

Domenica sera, durante la mia serata casalinga in compagnia del divano, mi soffermo (fino alla fine in realtà) nuovamente su Live-non è la d'Urso.

Tanti gli argomenti affrontati, tra cui la sempre più discussa Contessa De Blank (di cui torneremo a parlare), le seconde nozze della Mantovani, moglie di big Luciano (Pavarotti), il da sempre atteso, ed aggiungerei finalmente, coming out di Garko (vedi l'articolo Buona Vita Gabriel), fino ad arrivare a Federico Fashion Style, il parrucchiere delle star.

Nella notte fonda dei salotti di Barbarella, gli animi si scaldano con le sfere rosse contro il hair stylist.

Una per tutte Antonella Mosetti, che più che parlare di tagli e frangette, aveva più che altro un diavolo per capello, accusando il proprietario dei saloni dei Vip di averlo introdotto lei in questo mondo, senza ricevere neanche uno scontrino, ma non solo. L'onta peggiore sarebbe quella di averle rovinato i capelli dovendo ricorrere ai ripari, tutto circondato da una riesumata Alda d'Eusanio, che con colpi di cretina, rimproverava queste ragazze del perchè spendere inutilmente così tanti soldi per avere la testa a posto.

Perchè, dopo questo breve teatrino, l'argomento principale è che l'eterissimo Federico (sarà, ma io schecchizzo di meno quando vedo passarmi vicina una cavalletta) è stato multato per poca chiarezza del suo listino prezzi.

Nonostante lui sostenga che le clienti accettino i prezzi preventivati prima del lavoro, diverse clienti si lamentino di cifre esorbitanti per un lavoro di bassa qualità a livello di prodotti.

Insomma tra scontrini esorbitanti da 3000 euro per 10 file di extension che a detta di alcuni cadono come la pioggia di novembre, piccate battute del parrucchiere dando della poveraccia alla Mosetti, dicendo che la sua carta di credito non è passata lasciandogli un debito mai ripagato, sappiate che se volete un "fly to sky" da questo personaggio, ricordatevi di avere abbastanza credito per non finire nella sua lista nera e rischiare di essere trascinati dalla D'Urso come la povera blogger protagonista del salato scontrino che non è riuscita neanche a parlare.

Ma chissà, forse un giorno i prezzi si potranno abbassare, così come forse un giorno Federico Fashion Style dichiarerà la sua omosessualità.


02/10/2020
autore: Simone Durante